Presentiamo Alberto

Alberto Balbi ligure, grande appassionato di Mare fin da bambino, quando a due passi da casa ammirava gli splendidi animali marini del sottocosta.
è la voglia di trasmettere le fantastiche emozioni che si provano sott'acqua, e la grande passione per la fotografia, che ha portato Alberto ad immergersi con la macchina fotografica per documentare quegli attimi indimenticabili che solo il Mare sa offrire.

alberto_balbiAutore delicato e sensibile, ama documentare il paradiso blu in tutte le sue forme e con ogni tecnica fotografica, dalle foto ravvicinate, alle foto d'ambiente (che predilige) senza disdegnare la ricerca di tecniche nuove che importa dalla fotografia "terrestre". Ha partecipato con successo a numerosi concorsi internazionali imponendosi spesso con immagini di grande grazia ed effetto. Si avvale dell'insostituibile collaborazione della moglie Antonella, che oltre ad essere la sua modella subacquea, ha un ruolo di primaria importanza nella selezione e nella scelta delle immagini e delle musiche nelle proiezioni e nelle multivisioni.
Alberto è entrato a pieno titolo durante l'ultimo record di apnea nel team del pluricampione mondiale Umberto Pelizzari, documentandone con le sue foto la fantastica discesa a -131 metri.

imageVero amante del mediterraneo che considera il Mare più affascinante del mondo, proprio per la capacità di concedersi un poco alla volta a chi sa rispettarlo e amarlo, un Mare ricco, luminoso, immenso, con i suoi profumi e la sua storia, che ha bisogno del nostro aiuto per essere amato, protetto e rispettato.

Collabora in modo professionale con numerose riviste di settore italiane e straniere.

Note dell'autore:

Mi piacerebbe pensare di poter dedicare le mie fotografie a tre persone molto importanti, il primo è mio padre, il secondo è il mio primo maestro di Mare, che, caparbio e rude come un vecchio lupo di Mare, mi ha insegnato ad essere marinaio ancor prima di subacqueo, il terzo è il grande Enzo Maiorca, che mi ha insegnato a scrivere Mare con la maiuscola!

Alberto

Nessun commento ancora

Lascia un commento

E' necessario essere Accesso effettuato per pubblicare un commento